I 10 migliori consigli per trovare lavoro se sei una persona disabile

I 10 migliori consigli per trovare lavoro se sei una persona disabile

Come si sa, per chi è una persona disabile trovare un lavoro pagato e soddisfacente è due volte più difficile che per chiunque altro – e per di più oggi è difficile trovarlo anche per chi disabile non è! Sono Jane Hatton e gestisco Evenbreak, una bacheca di annunci di lavoro no profit che aiuta le persone disabili a trovare un’occupazione. Ecco qui i nostri migliori suggerimenti per trovare un lavoro.

1. Identifica i tuoi punti di forza.

Se stai cercando di vendere un’auto, devi conoscerne le caratteristiche vincenti (qualità e benefici). La stessa cosa accade se stai cercando di “vendere” te stesso ad un probabile futuro datore di lavoro. Focalizza tutte le abilità, i punti di forza, l’esperienza, la conoscenza, le qualità e le tue caratteristiche personali che potrebbero allettare un datore di lavoro.

Se riesci, prova ad adattarle ad una specifica mansione, mettendo in luce in primis le competenze più appropriate proprio per quel lavoro, così che si veda che hai dedicato tempo, sforzi e concentrazione per la tua domanda.

2. Usa la tua disabilità per mostrare le tue abilità.

Avere una disabilità può ben divenire un aspetto positivo quando nell’ambito del lavoro per cui stai facendo domanda hai già acquisito ulteriori abilità.

Per sopravvivere in un mondo non disegnato per noi, dobbiamo costantemente sviluppare abilità come risolvere problemi, superare ostacoli, pensare in maniera creativa, innovare, persistere ed essere determinati. Può anche capitare che tu debba usare tecnologie tali che ti rendono più veloce e accurato dei tuoi colleghi. E queste possono essere qualità appetibili per un datore di lavoro.

3. Trova il modo di usare quei punti di forza.

Prova a pensare a come potresti usare quei tuoi punti di forza se avessi gli adattamenti che ti sono necessari. Quale sarebbe il lavoro perfetto per te in relazione alle tue capacità e la tua esperienza? Potrebbe davvero esserci un numero indefinito di professioni in cui potresti fare domanda, in chissà quanti differenti settori.

4. Acquista confidenza nelle abilità.

Estremamente importante è che tu abbia confidenza con le tue competenze e abilità, altrimenti, se tu non ce l’hai, perché un datore di lavoro dovrebbe averla? Ci sono un sacco di modi per potenziare la tua sicurezza – ad esempio offriamo dei webinars (seminari sul web) sul portale di Evenbreak.

5. Cerca lavoro in lungo e in largo.

Chi cerca lavoratori lo fa con i mezzi più disparati – giornali locali, nazionali, riviste specializzate e non, portali specifici e bacheche di annunci, agenzie di assunzione, fiere di lavoro e anche la radio. Devi cercare in tutti questi spazi, ma sopratutto negli strumenti creati appositamente per la disabilità (come ad esempio la rivista PosAbility) e nelle bacheche specializzate come Evenbreak – che si può raggiungere anche da Disability Horizons.

6. Sii propositivo.

Oltre che rispondere agli annunci di lavoro che puoi trovare in uno dei media sopra menzionati, è spesso utile contattare l’organizzazione presso cui vorresti lavorare e mandare loro un ipotetico curriculum vitae. Accertati poi circa una volta al mese con una email o una chiamata che non sia emerso qualcosa di adatto alla tua richiesta.

7. Usa i social media.

Crea un buon profilo in un sito come LinkedIn, mettendo in vetrina le tue competenze e la tua esperienza. Molti datori di lavoro sono oggi attivi anche sul web alla ricerca di candidati, piuttosto che pubblicizzare le loro offerte di lavoro. Se non ci sei, non ti troveranno!

8. Enfatizza le tue qualità.

Quando compili il tuo CV o la richiesta di assunzione, concentrati sui punti di forza che ti consentono di svolgere quella professione al meglio. Stanno cercando il candidato ideale e devi far capire loro che quel candidato sei tu. Non è sempre necessario menzionare le due difficoltà nel CV, specialmente se non incidono su come puoi lavorare.

Tuttavia, se stanno cercando qualcuno con una disabilità specifica (ad esempio uno dei datori di lavoro con cui siamo in contatto cerca un candidato affetto da autismo) o se offrono colloqui ad hoc per persone con una disabilità, è utile scriverle.

9. Arriva preparato ai colloqui.

Assicurati di portare un sacco di esempi di come tu sia la persona perfetta per quel lavoro. Racconta di come hai svolto mansioni simili in precedenza, anche se l’hai fatto come volontario. Se la tua disabilità non è visibile, puoi anche decidere di non menzionarla, ma dipende dalla situazione e dal contesto. La cosa più importante è comunque che tu faccia capire che hai tutte le competenze e le qualità richieste per quel lavoro.

10. Previeni e placa le loro paure.

Access to Work – l’ufficio del Governo inglese a ciò preposto – ti fornirà una lettera per il potenziale datore di lavoro, specificando quali ragionevoli adattamenti possono servirti (se ce ne sono) e indicando quali potrebbe finanziare (in tutto o in parte). Ciò potrebbe rassicurare i datori nel non dover spendere troppi soldi per te.

E un consiglio extra… ogni volta che puoi se non ottieni il posto, chiedi il perché. Probabilmente non te lo diranno, ma se lo facessero potresti trarne benefici per la volta successiva.

Buona fortuna con la tua ricerca di lavoro! Richiede persistenza e pazienza nel contesto di oggi, ma sarà tutto ripagato quando finalmente avrai il lavoro che sogni.

Jane Hatton – Traduzione di Chiara Lucchini

Ti è piaciuto questo articolo? Perchè non lo leggi anche in lingua originale? 😉

Hai visto un articolo particolarmente interessante, ma non è tradotto? Contattami a elena@disabilityhorizons.com e cercherò di farlo al più presto.

Restiamo in contatto! Puoi scriverci su Facebook, twittarci su @DHorizons, mandarci una mail a elena@disabilityhorizons.com oppure lascia un commento qui sotto.

You might also like

Notizie & Politica 0 Comments

Social Model of Leadership: perché le persone disabili sono i leader del futuro

Il Social Model of Leadership (SML) ha lo scopo di responsabilizzare le persone con disabilità e di evidenziare come i loro punti vista possano essere unici e preziosi. Il modello

Lavoro 0 Comments

Riconosci il tuo valore e credici

Sai quanto vali? Che tu sia un lavoratore, in cerca di un lavoro o un imprenditore, riconoscere il tuo valore e cosa puoi fare per gli altri è la chiave

Lavoro 0 Comments

Disabilità e occupazione: utilizzare la propria personalità per ottenere un posto di lavoro

Jane Hatton è a capo di Evenbreak, un portale web con annunci di lavoro e senza scopo di lucro gestito da persone disabili per i disabili. Ha appena pubblicato il