“Perché sei disabile?” – “Ecco…” 10 risposte divertenti alla domanda che tutti i disabili si sono sentiti fare

“Perché sei disabile?” – “Ecco…” 10 risposte divertenti alla domanda che tutti i disabili si sono sentiti fare

Parlare di disabilità è generalmente un argomento molto serio. Tra le barriere architettoniche, la discriminazione, gli stereotipi e le pessime procedure organizzative, ci sarebbero una sacco di cose da migliorare.

Essere disabili, tuttavia, non deve essere visto per forza come una tragedia.

Disability Horizons, attraverso le nostre storie, ha dimostrato che le persone con disabilità possono amare la propria vita.
Ma non tutti si rendono conto che anche le persone disabili sono divertenti, proprio come chiunque altro.

Alcune persone addirittura si sorprendono se usciamo fuori di casa!

E se sapessero che abbiamo anche il senso dell’umorismo? Rimarrebbero scioccate!

A volte può essere divertente “giocare” con queste persone ignare della vita di una persona disabile, in particolare quando chiedono candidamente: “Perché sei disabile?”.
Così abbiamo posto una domanda un po’ insolita al nostro popolo di Twitter e Facebook:

Quali risposte esilaranti avete dato, o avete sentito dire da qualcuno, riguardo la propria disabilità?

La comunità di DH non ci ha deluso.

Di seguito abbiamo raccolto le 10 frasi più ironiche che le persone disabili hanno utilizzato.

  1. Il drogato di adrenalina: “Beh, ero in caduta libera da un aereo verso il mare per una nuotata veloce, e non mi sono reso conto che le rocce erano così vicine”.
  2. Il peccatore, in una vita passata: “Ero Jack lo Squartatore in una vita passata. Sembra che il karma abbia colpito”.
  3. Il peccatore, nella vita presente: “Non ho mangiato le mie verdure quando ero bambino”.
  4. Il fanatico festaiolo: “Sono ancora ubriaco dal 1999”.
  5. Il donnaiolo pigro: “Sono una persona molto pigra. Mi piace anche la vista a questa altezza, non ti preoccupare, non mordo!”.
  6. Martire ed eroe: “Ho visto una persona anziana che stava per essere derubata, così ho picchiato 9 dei 10 membri della banda” oppure “Avresti dovuto vedere l’altro tizio!”
  7. Cicogna di Dio: “Una cicogna mi ha lasciato alla porta dei miei genitori in questo stato”.
  8. In risposta ad un tassista ficcanaso: “Sono stato anch’io un tassista e ho fatto un incidente. Stavo facendo il ficcanaso e non guardavo dove stavo guidando”.
  9. L’amante degli animali: “Stavo facendo un safari e mi sono avvicinato ai leoni per accarezzarli, ma uno di loro non ha apprezzato il solletico sulla pancia ed è impazzito. Purtroppo non ce l’ho fatta contro di lui”.
  10. Sorpreso e soddisfatto: “Oh Dio. Non l’avevo notato. Grazie per avermelo fatto sapere. In realtà mi piace parecchio però”.

Traduzione: Michela Maria Favini

Abbiamo un gruppo Facebook! Iscriviti per entrare a far parte della community di Disability Horizons Italia!

Ti è piaciuto questo articolo? Perché non lo leggi anche in lingua originale? 😉

Hai visto un articolo particolarmente interessante, ma non è tradotto? Contattami a elena@disabilityhorizons.com e cercherò di farlo al più presto.

Restiamo in contatto! Puoi scriverci su Facebook, twittarci su @DHorizons, mandarci una mail a elena@disabilityhorizons.com oppure lascia un commento qui sotto.

You might also like

Stile di vita 0 Comments

Un ragazzo in carrozzina può fare l’arbitro di calcio?

Mentre gli Euro 2016 volgono al termine, parliamo all’arbitro di calcio e utilizzatore di sedia a rotelle Nathan Mattick. Scopriamo come si è avvicinato al calcio, come la sua disabilità

Stile di vita 0 Comments

Disabilità ed intrattenimento: il mondo accessibile dei videogiochi

L’accanito giocatore Vivek, che ha la Distrofia Muscolare di Duchenne, condivide i suoi pensieri sull’accessibilità del mondo dei videogiochi, tra cui ciò che le aziende di giochi hanno bisogno di

Divertimento 0 Comments

Equitazione accessibile con la RDA (Riding for Disability Association)

Mi chiamo Julie e la mia vita è cambiata per sempre quando mi è stato diagnosticato un tumore di 6 cm al cervello. Dopo l’operazione di rimozione dello stesso mi