Disabilità e viaggi: guida turistica per Barcellona

Disabilità e viaggi: guida turistica per Barcellona

Se avete una disabilità viaggiare non sempre è semplice. Ecco perché abbiamo collaborato con Carrie-Ann Lightley di Turism for All per fornirvi una serie di articoli per contribuire a rendere il viaggio più semplice e più accessibile. Carrie-Ann ha più di dieci anni di esperienza di lavoro nel settore del turismo accessibile e molti anni come viaggiatrice in sedia a rotelle. Oggi la nostra meta è Barcellona!

#DHgurus

Barcellona è una destinazione da sogno per i viaggiatori con i requisiti d’accesso. L’eredità olimpica della città significa che l’accessibilità è solo una parte della vita di tutti i giorni e non si ha alcun problema di accesso al proprio alloggio, ai trasporti, nelle spiagge e nei luoghi per mangiare e bere.

Alloggio

Su consiglio di un amico, ho soggiornato al Silken Diagonal Barcelona a sole due fermate di tram dalla spiaggia e accanto alla stupenda Torre Agbar. L’hotel ha una rampa all’entrata, ascensori a tutti i piani, camere accessibili con letti matrimoniali e docce per sedie a rotelle, una piscina panoramica e un bar … che potreste volere di più! La vista dal tetto è semplicemente mozzafiato ed è un posto fantastico per rilassarsi con un bicchiere di vino dopo una lunga giornata in giro.

Luoghi accessibili da visitare

I bus turistici della città sono ampiamente accessibili. Sono applicate delle offerte viaggiatori disabili, anche se questo sembra essere a discrezione della guida. La rete di tram di Barcellona ha l’accesso con pianali ribassati e aree riservate ai viaggiatori in sedie a rotelle.

Una delle cose più belle di Barcellona è la vicinanza tra le spiagge e la città. Barceloneta ha rampe fino alla spiaggia e una lungomare in cemento liscio. C’è anche una passerella di legno al bordo dell’acqua, cabine e servizi igienici accessibili e zone preferenziali per bagnanti disabili. Ciò significa che tutto ciò che dovete fare è rilassarvi e godervi il sole!

Da giugno a settembre c’è un servizio di bagno assistito che include un montacarichi, sedie a rotelle anfibie, stampelle per l’acqua e sedie a rotelle manuali. Per le bevande e gli stuzzichini suggerirei i ristoranti una o due strade dietro la spiaggia dove non pagherete un supplemento per la vista sul mare.

Port Olimpic è tutto divertimento e relax. Di giorno potete godervi la spiaggia e gli sport d’acqua e la notte avete un’ampia scelta di ristoranti di pesce, bar e nightclub oltre a un casinò. Ho scoperto che l’accessibilità non è un problema in nessun posto che ho visitato a Port Olimpic, perciò qui è stato facile rilassarmi e divertirmi.

La strada più famosa di Barcellona è perfetta per osservare e ammirare i luoghi, i suoni e i profumi della città. Nonostante La Ramblas sia tutta pedonale fino al centro è facile camminare lentamente o con la sedia a rotelle insieme alla folla. Ci sono anche un sacco di cose da vedere in mezzo al caos – artisti di strada, bancarelle e sale da caffè, una vasta gamma di negozi, la bella fontana Canaletes e l’imponente statua di Cristoforo Colombo.

Il Mercato di Boqueria è pieno di colori e di vita. Ovunque guardiate ci sono prodotti deliziosi in esposizione – enormi prosciutti appesi, formaggi profumati, pesce fresco e tanta frutta, spezie ed erbe. Inoltre l’area intorno al mercato è prevalentemente pianeggiante quindi è facile accedervi.

Mi chiedevo,da dove si prendessero tutti i vasetti di frutta e i frullati dall’aspetto delizioso? Dal mercato di Boqueria, ovviamente!

C’è una toilette accessibile nel seminterrato. Il responsabile della manutenzione può darvi una chiave per l’ascensore.

La Sagrada Familia è diventata un simbolo di Barcellona. È ancora in fase di costruzione, e i costanti cambiamenti possono significare che l’accesso può variare.

È consigliato che gli utenti in sedia a rotelle facciano visita con un accompagnatore per godersi appieno le vetrate colorate, l’architettura eccentrica e le statue favolose. L’ingresso è gratuito per i visitatori con disabilità e per i loro accompagnatori – potrebbero essere richieste prove della disabilità. I membri dello staff possono accompagnare i visitatori disabili all’ingresso accessibile perciò fatevi riconoscere al vostro arrivo.

Il Centro Commerciale Glories è grande, spazioso e ha numerosi punti di ristoro. È molto meno affollato della Ramblas ed ha un grande supermercato a disposizione di coloro che vogliono fare scorta di cibo. Il centro commerciale è accessibile in tutto, con ascensori e servizi igienici accessibili. È una buona opzione per un’esperienza di shopping più rilassante con tanti negozi all’aperto e ristoranti con posti a sedere all’esterno. Al Glories c’è un famoso takeaway gastronomico che offre pasticcini freschi e panini. Preparatevi a fare la fila!

Ristoranti accessibili

Non abbiate paura di cercare luoghi per mangiare e bere per budget economici – una o due strade dietro le principali attrazioni i ristoranti possono avere prezzi dimezzati e una qualità migliore rispetto alle trappole per turisti.

Tapa Tapa è a due passi dalla spiaggia di Barcellona e offre un ottimo rapporto qualità prezzo, tapas veloci e ottimi drink. Il servizio qui è magnifico e lo staff è felice di consigliarvi cibo e vino per soddisfare i vostri gusti. C’è un bagno accessibile al primo piano raggiungibile con l’ascensore. Qui il Cava in bicchiere ha un ottimo rapporto qualità-prezzo … ed è delizioso!

Flaherty’s è un gioiello da scoprire appena dietro l’angolo della Ramblas. Offerte giornaliere sulle bevande e sui cocktail, happy hour e buon rapporto qualità-prezzo lo rendono una delle opzioni con prezzi più ragionevoli per bere e mangiare in questa zona. Lo staff è super accogliente è l’atmosfera è molto divertente. C’è un bagno accessibile sul retro del bar.

di Carrie-Ann Lightley

Traduzione: Giovanna Greco

Abbiamo una pagina Facebook! Metti mi piace per entrare subito a far parte della community di Disability Horizons Italia!

Hai visto un articolo particolarmente interessante, ma non è tradotto? Oppure ti piacerebbe collaborare con noi? O per qualsiasi altra cosa, contattami a elena@disabilityhorizons.com e cercherò di farlo al più presto.

Ti è piaciuto questo articolo? Perché non lo leggi anche in lingua originale? 😉

You might also like

Viaggi 0 Comments

Accessibilità in volo: si può fare di più?

Il Co-editor Martin Sibley ci parla della sua esperienza di volare con una disabilità e di cosa si potrebbe ancora fare per rendere i viaggi aerei più accessibili. Fortunatamente viaggiare

Viaggi 0 Comments

Un’avventura africana

Sono le 6.30 di mattina del 25 Ottobre 2011, sto guardando fuori al finestrino della nostra macchina, con gli occhi fissi scruto un albero apparentemente anonimo… Comunque, la creatura che

Stile di vita 0 Comments

Top 10: itinerari all’aperto accessibili in tutto il Regno Unito

Abbiamo collaborato con ViewRanger, esperto di itinerari all’aperto che fornisce mappe di percorsi scaricabili, per mostrarvi i primi 10 percorsi accessibili in carrozzina motorizzata ed in sedia a rotelle in