Sono un disabile o un mutante?

Sono un disabile o un mutante?

Hayleigh ha conseguito un Master in Pratiche di Creative Media e attualmente sta intraprendendo un dottorato di Belle Arti per Scrittura Creativa. Userà la sua esperienza per discutere dove si incontrano il mondo dello spettacolo e quello della disabilità. Questo mese, gli X-Men.
#DHguru

Ho una teoria un po’ strana e ho bisogno che seguiate questo mio ragionamento. Secondo i film degli X-Men, un mutante viene generato attraverso una mutazione genetica del DNA (sì, lo so Wolverine è stato tecnicamente creato tramite esperimenti scientifici bla, bla, bla).

La mia disabilità è il risultato di una mutazione del gene SMN1, che porta all’atrofizzarsi dei muscoli.

In sostanza, quello che sto chiedendo è: posso dire di essere un mutante adesso? E questo mi fa beneficiare di un posto all’interno della scuola di Xavier per Giovani Dotati?

Va bene, avendo 28 anni ho un po’ superato l’età per andare a scuola, ma io continuo a pensare che avrei potuto essere un membro degli X-Men! Ovviamente il mio unico talento sarebbe uno sguardo mortale che taglia la gola insieme ad una mente che soffia sarcasmo.

Un altro vantaggio importante è che il professor Xavier, il fondatore, è anche lui su una sedia a rotelle, così so che il palazzo è già completamente accessibile!

La ragione delle mie recenti riflessioni è l’uscita imminenete dell’ultimo film degli X-Men, X-Men: Apocalypse. Vi posso garantire al 100% che non mi perderò questo film. Prenderò la mia porzione di pop corn e vi dirò di più, amo talmente tanto i film, tanto che potrei anche allargarmi e prendermi una porzione di nachos – chiamatemi pazza!

Sarà una sorpresa per alcuni di voi sapere che tra i miei personaggi preferiti c’è Tempesta (chi non vorrebbe colpire la gente con un fulmine quando si ha la sindrome premestruale?), Ciclope (ad essere onesti, penso che questo sia più a causa di James Marsden che il personaggio effettivo) e Mistica (ancora una volta è il fascino della cattiva ragazza, in più lei arriva ad andare in giro nuda … non sto dicendo che lo vorrei anch’io, ma averne la possibilità sarebbe bello, no?).

Il punto è che ho deciso di ridefinire la mia disabilità. Lo dico forte e lo dico orgogliosamente: sono una mutante.

Guardando il film, spesso ho collegato il simbolismo delle mutazioni a quello di avere una disabilità. Ad esempio, la maggior parte dei personaggi si identifica con l’essere etichettato come “mostro”, “tipo strano” e “inumano” e purtroppo tali parole sono spesso buttate in giro e rivolte a chi ha una disabilità.

Essendo un mutante si è in grado di comprendere sia i poteri fisici che mentali, proprio come la disabilità può influenzare l’aspetto e la capacità sociale / di apprendimento. Prendiamo, per esempio, Hank McCoy, altrimenti noto come “Bestia”. La sua mutazione coinvolge l’aspetto esteriore con una pelliccia blu che lo copre dalla testa ai piedi, zanne e caratteristiche da felino come gli artigli. Il mondo umano all’esterno tratta la “differenza” con disprezzo e crudeltà a causa di una mancanza di comprensione e di volontà di vedere oltre le proprie ristrette vedute di normalità.

Invece di chiedersi che cosa l’uomo può offrire al mondo – lui eccelle in Biochimica e Genetica, insegnando sia matematica che scienze – lo definisce unicamente in base sua Alternatività.

Non è difficile notare come questo potrebbe riflettere le esperienze di molte persone con disabilità. Quanti di noi sono stati giudicati per le proprie incapacità fisiche e con condiscendenza solo perché una parte della nostra anatomia è diversa da un libro di testo perfetto?

Ma ora non più!

Gli X-Men hanno spiegato in numerose occasioni che le mutazioni genetiche sono semplicemente parte del prossimo ciclo evolutivo. In altre parole, un passo avanti da teledipendenti a stelle dei reality. Quindi, forse questo è ciò che significa veramente avere una disabilità: i nostri corpi si stanno evolvendo fisicamente rispetto al passato, costringendoci a negoziare i nostri limiti.

Conosciamo il potenziale che i nostri corpi e le nostre menti hanno nel superare gli ostacoli. Vediamo al di là delle rigide regole della normalità e sappiamo cosa occorre per adattare e sviluppare la forza, non solo fisicamente ma anche emotivamente e psicologicamente. Questo è ciò che ci rende più grandi di quanto chiunque avrebbe pensato possibile.

È stato ipotizzato che le persone con malattie neuromuscolari (come me) hanno un QI superiore alla media – non si sa esattamente perché. Forse è il mio superpotere: supererò in astuzia la merda là fuori nel mondo!

Naturalmente nessuno, nella realtà, mi etichetterà come una mutante; invece sarò una di quelle persone di “ispirazione” … Se solo sapessero che sto segretamente cercando di mettere insieme il mio gruppo di supereroi mutanti per conquistare il mondo. Il fatto che io lo stia comunicando su internet potrebbe non essere il miglior piano per la dominazione del mondo. O si? Se qualcuno volesse informazioni, è pregato di inviare una e-mail!

Torniamo al punto di partenza. Quelli di noi che vivono con una disabilità sanno che, anche se può rappresentare una sfida, non definisce chi siamo e di certo non ci rende meno di una persona. Proprio come gli X-Men, spesso siamo giudicati e stereotipati, ma questo non significa che gli altri abbiano il diritto di esercitare un potere su di noi.

Ora non sto cercando di suggerire che si può diventare Magneto e tentare di condurre una guerra contro l’umanità, ma in fin dei conti chiunque nel nostro mondo reale è in grado di sviluppare una disabilità. Non ci sarebbe nessun punto di scontro tra di noi. Lo scontro mutante contro mutante non finisce mai bene nei film (basta guardare quello che è successo tra Xavier e Mistica …) e penso che la vita dovrebbe sicuramente imitare l’arte in questo caso. Tuttavia, ciò non significa che non possiamo prendere una posizione e chiedere di essere trattati come uguali membri della società.

Come alcuni degli studenti e degli insegnanti nella scuola di Xavier: come Rogue, Pyro e Jean Grey (in seguito diventerà Phoenix nei film futuri), mi chiedo cosa c’è di male a essere diversi in qualche modo?

Perché alcune parti della società ancora lottano con l’idea di persone che non sono come “loro”? Noi non siamo una specie pericolosa per le persone; non siamo una minaccia per la civiltà e non possiamo contagiare gli altri con il nostro patrimonio genetico.

Forse Xavier ha il suo metodo per guidare e proteggere i giovani mutanti nel raggiungimento del loro pieno potenziale. Nella cultura della disabilità, forse saranno le generazioni future che raccoglieranno i benefici delle nostre lotte.

Per ora, però, disabile, mutante o entrambi possiamo reclamare questo mondo ed essere fieri di come ci siamo sviluppati, al di là delle aspettative degli altri.

Di Hayleigh Barclay

Traduzione: Giovanna Greco

Abbiamo una pagina Facebook! Metti mi piace per entrare subito a far parte della community di Disability Horizons Italia!

Hai visto un articolo particolarmente interessante, ma non è tradotto? Oppure ti piacerebbe collaborare con noi? O per qualsiasi altra cosa, contattami a elena@disabilityhorizons.com e cercherò di farlo al più presto.

Ti è piaciuto questo articolo? Perché non lo leggi anche in lingua originale? 😉

You might also like

Divertimento 0 Comments

Concorsi di bellezza per disabili: perchè non ne sentiamo parlare?

Sai che gli Stati Uniti hanno ospitato per diversi anni dei concorsi di bellezza per persone con disabilità? Ad oggi, sono stati organizzati tanti eventi supportati dalle migliori intenzioni che

Divertimento 0 Comments

Musica e disabilità: trova la tua passione

La musica ha sempre avuto un posto speciale nel mio cuore, mi ha sempre spinta ad andare avanti e nonostante la mia disabilità, ho imparato ad apprezzarla pienamente. La musica

Divertimento 0 Comments

Le Ali della Libertà: praticare paracadutismo avendo una disabilità

Quando la vita mi pone davanti degli ostacoli, cerco di andare oltre e quando non posso farlo, preferisco girarci intorno. Infrangendo gli stereotipi, il ventisettenne Lukasz Kufta originario di Myslowice