Disabilità e occupazione: utilizzare la propria personalità per ottenere un posto di lavoro

Disabilità e occupazione: utilizzare la propria personalità per ottenere un posto di lavoro

Jane Hatton è a capo di Evenbreak, un portale web con annunci di lavoro e senza scopo di lucro gestito da persone disabili per i disabili. Ha appena pubblicato il suo articolo bimestrale in materia di disabilità e occupazione. Questo mese consiglia di lasciar brillare la propria personalità.

Di recente, qui su Evenbreak, mi sono occupata personalmente di un processo di reclutamento e ho assunto due nuovi dipendenti. So cosa cercano di solito i datori di lavoro, e non si tratta solo di un’impressionante insieme di competenze.

È sempre difficile il momento della scelta. Avrei voluto assumere tutti i candidati e ho detestato dover respingere alcune persone, soprattutto perché molte erano davvero in gamba. Ma non ho potuto impiegare tutti, così ho dovuto scegliere i candidati che si erano distinti. Mi sono ricordata di uno dei miei personali principi di reclutamento: assumere per l’atteggiamento e formare le competenze.

La maggior parte dei reclutatori fa questo, anche se non ne è consapevole. È facile formare le persone e dotarle di nuove competenze, ma è quasi impossibile cambiarne gli atteggiamenti. Per esempio, diciamo che devo assumere una persona per usare un particolare equipaggiamento. Il candidato A ha utilizzato attrezzature simili per diversi anni. Il candidato B non ha mai usato questa apparecchiatura prima e avrebbe bisogno di essere formato per utilizzarla. Ovviamente la persona ideale sarebbe il candidato A.

Ma diciamo che raccolgo un po’ più informazioni su questi due aspiranti. Viene fuori che il candidato A è un po’ pigro e fa molti errori. Spesso arriva tardi senza alcuna spiegazione e raramente completa il lavoro che gli è stato affidato.

Il candidato B, d’altra parte, è puntuale, coscienzioso, impara rapidamente ed è sempre affidabile e desideroso di fare del suo meglio. Chi sembra adesso il candidato più interessante? Io sarei più orientato verso il candidato B: posso facilmente insegnargli come utilizzare l’attrezzatura e sarà un dipendente coscienzioso e leale. Non avrei bisogno di formare il candidato A, ma sarei preoccupata dei problemi che potrebbe causare.

Quando siamo alla ricerca di un lavoro naturalmente dobbiamo pensare alle nostre competenze, qualifiche ed esperienze. Ma è importante anche pensare ad eventuali aspetti della personalità che potrebbero essere interessanti per un datore di lavoro. Questi possono essere menzionati sul proprio CV e dovrebbero certamente essere messi in evidenza durante il colloquio.

Nella mia recente tornata di assunzioni, il miglior candidato su carta (cioè quello con il CV più impressionante) si è rivelato essere il candidato meno interessante durante il colloquio. Sembrava molto negativo e ha fatto un sacco di domande che iniziavano con: “Non vorrei che…….”. In realtà sembrava che non volesse affatto il lavoro!

Un altro candidato, che aveva pochissima esperienza nel settore in questione, ha mostrato tantissima iniziativa ed entusiasmo e aveva fatto davvero un gran lavoro di ricerca sulla mia azienda. Molto più impressionante!

Le due persone che ho fatto assumere avevano tutte le competenze che cercavo e avevano mostrato tanto entusiasmo per la posizione e per la società. Sembravano disponibili e desiderosi di imparare, caratteristiche molto interessanti in effetti.

Quali tratti della vostra personalità potrebbero colpire un datore di lavoro? Date un’occhiata di seguito e vedete quali si addicono a voi:

  • Entusiasmo
  • Affidabilità
  • Flessibilità
  • Voglia di imparare
  • Capacità di andare d’accordo con le persone
  • Atteggiamento positivo
  • Puntualità
  • Intraprendenza

Tutte queste caratteristiche possono essere preziose come le qualifiche e l’esperienza, se non di più. Quindi assicuratevi di farle conoscere al vostro futuro datore di lavoro. Lasciate brillare la vostra personalità!

Articolo originale di Jane Hatton

Rielaborazione a cura di Giovanna Greco

Mettiti in contatto con noi messaggiandoci su Facebook, tweettandoci @DHorizons, inviandoci una mail a editor@disabilityhorizons.com o lasciandoci un commento qui sotto.

Ø Abbiamo una pagina Facebook ! Metti mi piace per entrare subito a far parte della community di Disability Horizons Italia!

Ti è piaciuto questo articolo? Perché non lo leggi anche in lingua originale?

Hai visto un articolo particolarmente interessante, ma non è tradotto? Oppure ti piacerebbe collaborare con noi? O per qualsiasi altra cosa, contattami a elena@disabilityhorizons.com e cercherò di farlo al più presto.

You might also like

Lavoro 0 Comments

Social Model of Leadership: perché le persone disabili sono i leader del futuro

Il Social Model of Leadership (SML) ha lo scopo di responsabilizzare le persone con disabilità e di evidenziare come i loro punti vista possano essere unici e preziosi. Il modello

Lavoro 0 Comments

I 10 migliori consigli per trovare lavoro se sei una persona disabile

Come si sa, per chi è una persona disabile trovare un lavoro pagato e soddisfacente è due volte più difficile che per chiunque altro – e per di più oggi

Lavoro 0 Comments

Riconosci il tuo valore e credici

Sai quanto vali? Che tu sia un lavoratore, in cerca di un lavoro o un imprenditore, riconoscere il tuo valore e cosa puoi fare per gli altri è la chiave