Disabilità e sesso: sex workers

Disabilità e sesso: sex workers

Per la nostra serie su disabilità, sesso e relazioni, risponde alle vostre domande Tuppy, esperta e curatrice della posta del cuore e coordinatrice di Outsiders, un club privato per disabili in cerca di una relazione.

Cara Tuppy,

Sono un uomo di 32 anni con la Distrofia Muscolare di Duchenne. Ho rinunciato a trovare una fidanzata, ma incontro una meravigliosa sex worker nel sud della Scozia, dove vivo. Tra noi va alla grande e lei mi tratta come un amante.

La mia preoccupazione è che il governo scozzese minaccia di vietare il sesso a pagamento qui.  È già successo nell’Irlanda del Nord.

Conosco un sacco di persone che, se venisse vietato, cercheranno solo sex worker clandestini. Ma ecco il mio problema: mi affido ai miei assistenti per prepararmi all’incontro con la mia splendida signora, per darle i soldi che prelevano dalla mia banca per conto mio, e sono sempre loro che si prendono cura di me una volta che lei è andata via. Quindi non potrebbero aiutarmi a trovare qualcuno di “clandestino” in quanto non possono violare la legge del contratto che hanno firmato con la loro agenzia.

Non voglio spostarmi a sud del confine perché voglio stare vicino alla mia famiglia, ma piango ogni notte alla prospettiva che mi venga tolta una delle mie uniche gioie. Vivere con Duchenne dovrebbe essere già sufficiente per un giovane, senza questa terribile negazione del piacere sessuale.

Ti ho sentita su Talk Radio che parlavi dell’importanza del lavoro sulla sessualità per alcune persone con disabilità, così so che posso fidarmi di te per ricevere alcuni suggerimenti adatti a me.

Angus

———- ———- ———- ———- ———- ———- ———- ———- ———- ———- ———- ———- —-

Caro Angus,

Innanzitutto, grazie per avermi contattato e per aver sollevato questo argomento difficile. Mi è capitato di vivere in Scozia e sono ben consapevole di questa possibilità. Tuttavia, con le elezioni alle porte, nessuno ha intenzione di fare imminenti modifiche legislative radicali, nonostante il Partito Nazionale Scozzese abbia dato molto peso a quest’aspetto.

Credo profondamente che le persone disabili senza un partner (che potrebbero non essere neppure in grado di masturbarsi) dovrebbero avere qualcuno che le coccoli, tenendole tra le braccia e dando loro piacere e soddisfazione sessuale. Senza questo, le persone si possono deprimere e ammalarsi mentalmente.

 

Molti non sono a conoscenza, ma dovrebbero esserlo, che è veramente illegale non sostenere le persone disabili nel godere degli stessi piaceri di cui gli altri godono nell’intimità delle proprie case (Equality Act 2010, Human Rights Act 1998). Quindi, a mio avviso, anche vietare il sesso a pagamento è illegale. Io lotterò contro tutto questo come meglio posso.

Ma se questa cosa orribile dovesse accadere, potrai trovare un modo per continuare a godere degli incontri con la tua signora.

Una opzione è che tu, i tuoi assistenti e la tua meravigliosa signora vi incontriate in un hotel appena a sud del confine (ad esempio al Gretna Green!). Tutto questo costerebbe un po’ di più ma, mi auguro, potreste stringervi tutti in un veicolo per renderlo più economico.

Inoltre, saresti disposto a collaborare all’organizzazione di una manifestazione ad Edimburgo con altre persone disabili, che sono sicura otterrebbe l’attenzione della stampa nazionale? Potrebbe chiamarsi ‘Disabled Sex Lives Matter’, un nome proposto da Alan Taylor, un membro brillante di Outsiders. Verrei anche io e porterei alcuni membri di Outsiders con me. Chiunque voglia partecipare alla demo può contattarmi a Trust@Outsiders.org.uk o sul sito web di TLC-Trust.org.uk.

Ma si spera che tutto ciò non sarà necessario. La Scozia minaccia di rendere illegale il lavoro sessuale ogni cinque anni o giù di lì, e poi torna sempre indietro. Quindi asciuga le lacrime, Angus, e tieni le dita incrociate: andrà tutto bene.

Di Tuppy Owens

Rielaborazione a cura di Giovanna Greco

Se avete una domanda per Tuppy e vorreste il suo aiuto, vi preghiamo di inviarcela tramite mail: AuntyTuppy@Outsiders.org.uk

 

Outsiders è un supporto sociale GRATUITO ed un club di incontri gestito da e per persone socialmente e fisicamente disabili. I suoi membri hanno una vasta gamma di disturbi, tra cui disabilità visiva e uditiva. 

Mettiti in contatto con noi messaggiandoci su Facebook, tweettandoci @DHorizons, inviandoci una mail a editor@disabilityhorizons.com o lasciandoci un commento qui sotto.

 

Abbiamo una pagina Facebook ! Metti mi piace per entrare subito a far parte della community di Disability Horizons Italia!

Ti è piaciuto questo articolo? Perché non lo leggi anche in lingua originale?

Hai visto un articolo particolarmente interessante, ma non è tradotto? Oppure ti piacerebbe collaborare con noi? O per qualsiasi altra cosa, contattami a elena@disabilityhorizons.com e cercherò di farlo al più presto.

 

You might also like

Sessualità & Relazioni 0 Comments

Sesso e disabilità: gestire l’incontinenza

Per la rubrica sul sesso e disabilità, la nostra esperta curatrice Tuppy, che gestisce Outsiders, un club privato per disabili in cerca di una relazione, risponde alle vostre domande. Questa

Sessualità & Relazioni 0 Comments

Disabilità e sesso: guida per principianti per una vita sessuale più avventurosa

Nella nostra serie di articoli su incontri, relazioni, amore e sesso, Mik Scarlet esplora il modo di rendere la propria vita sessuale più avventurosa, sia che si abbia una disabilità

Sessualità & Relazioni 0 Comments

Disabilità, sessualità e relazioni: parlando di omosessualità e kink

Per la nostra rubrica di disabilità, sessualità e relazioni, zia Tuppy (che gestisce Outsiders – un club privato per persone con disabilità in cerca di una relazione) risponde alle vostre